Razionalizz-ARTI 1

Nome della scuola:

I.C. “Manara - Valgimigli” - Albignasego - sez. Sant’Agostino (PD)

Docenti responsabili:

Luisa Meneghini

Numero di studenti coinvolti:

54

Premessa

Come legare arte e matematica?

Bisogna partire dal presupposto che nella storia la relazione tra le arti e la matematica è sempre stata riconosciuta e praticata e anche durante il burrascoso periodo delle Avanguardie storiche ci sono state delle personalità artistiche che hanno fatto della regola e del rigore il concetto base della loro personale produzione artistica.

È anche difficile capire come possano aver convissuto esperienze così diametralmente opposte quali l’Astrattismo lirico e quello geometrico; siamo partiti dunque dal presupposto che si può ragionare, artisticamente parlando, in modo del tutto casuale e libero, ma anche perfettamente equilibrato rispettando leggi e regole matematiche. Per mettere d’accordo Arte e Matematica siamo partiti dal concetto proposto dal percorso di “A scuola di Guggenheim” che dice testualmente: “...Il matematico analizza la realtà avvalendosi di regole che ricerca all’interno della stessa; diversamente, l’artista applica i principi dell’arte e traduce la realtà ricomponendola con sguardo sempre diverso a fronte di condizioni storiche, geografiche o individuali.” Concetto più difficile da dire che da capire. Noi abbiamo provato a rielaborare. E partendo proprio dall’individualità dell’artista Piet Mondrian abbiamo voluto studiare la sua arte cercando di rimanere il più possibile legati al concetto di semplicità, razionalità, precisione e equilibrio.

Metodologia

Partendo dall’attento studio dell’esperienza artistica di Mondrian abbiamo posto come obiettivo del nostro lavoro l’attualizzazione di quell’esperienza storica al nostro vivere quotidiano: il gioco, la moda, la casa, ecc…, tenendo sempre in primo piano l’attento rispetto della regola geometrica: ordine e precisione. Abbiamo anche navigato in rete e ci siamo accorti quanto questo artista abbia influenzato il modo di vivere moderno. In modo autonomo o in piccolo gruppo si è poi proceduto a rielaborare un progetto grafico/plastico liberamente ispirato all’astrattismo geometrico.

Nodi tematici

- Lo studio e il confronto fra Astrattismo Lirico e Astrattismo Geometrico;

- Uso delle forme geometriche semplici: rettangolo e quadrato;

- Accostamento dei colori primari con il bianco e il nero per ottenere composizioni equilibrate;

- Associazione della geometria volumetrica con l’arte astratta;

- L’associazione di stati d’animo a forme geometriche e colori;

- Associazione del pensiero ludico a quello geometrico.